STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
in gita a l'elba con Laura e CristianoIn tre la prima voltaUn incontenibile frenesia sessualeIo e mia suocera Parte 3Il culo di Raniail bello delle cornaMirkoNel cesso della coop...
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Il rientro da Torino
Sono stato ultimamente a Torino per motivi di lavoro;ovviamente avevo con me il pc portatile e quando potevo, non perdevo occasione di giocare con la mia compagna, mandandole per mail sue foto in ligeria sexi pe farla eccitare; ci mandavamo messaggi erotici e giocavamo per tenere alto il desiderio reciproco da far espldere al mio rientro.
Premetto che Lei é sulla cinquantina compiuta ed é una donna meravigliosa,un gran pezzo di figa!!!!Bellissima donna!!!!
Al mio rientro finalmente, restiamo che io vado da lei, é sabato pomeriggio e mi aspetta.Per motivi personali porto un pò di ritardo e lei mi manda una foto, dalla quale si vede una coscia con reggicalze nero e scarpa rossa con tacco a spillo e punta, io a questa visione,non capisco più niente e mi catapulto subito da lei.
Mi apre una zzoccola incredibile e meravigliosa in reggicalze appunto scarpe appena descritte e chemise di sopra; truccatissima da troia con rosseto rosso; direttamente all'ingresso, e senza nemmeno salutarmi ebaciarmi, si inginocchia davanti a me,mi esce il cazzo dai pantaloni, che aveva assunto dimensione pazzesche e se lo infila in bocca e comincia a pompare da par suo, da meravigliosa pompinare quale é; il suo rossetto me lo ritrovavo sparso su tutto il cazzo, succhiava e pompava, se lo infilava quasi tutto fino alla gola, era tale l'eccitazione che le riempì la bocca di sborra e Lei, che adora ingoiarla, non fece perdere nemmenno una goccia.
Mi disse ora che sei venuto la prima volta fai godere questa troia; ce ne andammo in camera da letto e si mise subito alla pecorina, io subito le infilai il cazzo, che era tornato duro e la caricai come una vacca.Gridava e godeva come una troia, io le spingevoil cazzo come un martello, poi si volle girare e si mse a cosce aperte, Le leccai la figa piena della sua sborra e dopo ripresi a montarla, caricandole colpi uno più veemente dell'altro; ci spostammo in cucina e si mise alla pecorina sul tavolo, io con una mano le tiravo i capelli e caricavo da dietro; eravamo eccitatissimi scopavamo e godevamo, quando stavoper venire uscì il cazzo glielo portai in bocca e Le dissi succhiamelo troiona; Le riempì il viso e la bocca di sborra e lei ingorda cercava di raccoglierselo anche con le mani per non perderne neanche un pò

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 3): 4.67 Commenti (1)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10