STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Sono una vera bisex?/continuazionemenage a trois con la mia ragazza e la sorella diciottenneUna suocera per amanteTra pochi giorni mi sposeròIl nostro primo..scambio di coppiaMauraDIVORZIATO MA MI SCOPO LA SUOCERAporca e selvaggia
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Marina e il suo giovane amante 7
Scritta da: nullità (13)

Quando tornai a casa con mia suocera, la lasciai salire da sola, io ero troppo ansioso di vedere cosa era avvenuto tra mia moglie e i ragazzi durante la mia assenza. Andai direttamente in cantina e guardai la registrazione. Dopo la colazione, come prevedevo, lei li aveva portati in camera nostra, e aveva scopato con entrambi sul nostro letto. Non riuscivo a capacitarmi del fatto, che lei avesse così tanta voglia. Li aveva scopati un'ora prima! Ero anche stupito del fatto che anche i due ragazzi, non ne avevano mai abbastanza. Posizionai le telecamere in casa, in soggiorno, mia suocera e mia moglie, conversavano con i due ragazzi. Andrea, infine aveva chiesto scusa, e si era ritirato in camera sua a studiare. Mia suocera, era andata in cucina e si era messa ai fornelli. Mia moglie con Giorgio, erano rimasti sul divano a chiacchierare. Lui, sentendosi inosservato, la stuzzicava, le toccava le tette, lei reagiva baciandolo. Anche lei si sentiva sicura di non essere vista. Ora limonavano come due fidanzati, lui le infilava una mano dentro la scollatura. Non avevano fatto i conti con la curiosità di mia suocera. Posizionai la telecamera della cucina, e vidi mia suocera che si era affacciata dalla porta socchiusa. Si era fermata sorpresa, quando aveva visto mia moglie mentre baciava il ragazzo. Si era seduta, e stava meditando sulla situazione. Chiamò ad alta voce:
" Marinaaa.... puoi venire quì un attimo?" Lei si alzò sbuffando, Giorgio andò in camera sua, e lei entrò in cucina:
"Dimmi mamma." Sua madre, a bassa voce:
"Marina, cosa sta succedendo in questa casa? Ti ho vista mentre baciavi quel ragazzo! Sei impazzita? Pensa se ti vedeva Carlo al posto mio! Adesso mi devi dire cosa sta succedendo tra di voi! Tuo marito non merita questo!"
"Ma niente mamma... sono fatti miei!"
"No! Non sono fatti tuoi, sei una donna sposata, quel ragazzo potrebbe essere tuo figlio! Non puoi fare questo a Carlo! Tradirlo in casa sua! Pensa se venisse a saperlo! Vi caccerebbe tutti tre di casa, e avrebbe ragione! E non mi dire sono fatti miei, sono tua madre e ho il dovere di impedire che mia figlia mandi all'aria il suo matrimonio!" Stava per piangere. Mia moglie l'abbracciò e poi le parlò pazientemente:
"Mamma, io ho quarantotto anni, ho il diritto di vivere una sessualità normale. Ne ho il diritto oltre che il bisogno. Carlo, negli ultimi anni, non è più in grado di soddisfarmi sessualmente. Due mesi fa, sono stata dal ginecologo, sono vicina alla menopausa, e mi è stata riscontrata una disfunzione ormonale. Mi ha prescritto una cura di ormoni, (che poi non è altro che la pillola anticoncezionale), e mi ha detto di vivere serenamente la mia sessualità. Carlo, ha ormai cinquantanove anni, e io lo amo molto più di me stessa, come uomo però.... non vale più molto..., non mi soddisfa più. Ora dimmi, cosa devo fare ? Devo trovarmi un amante fuori casa con tutti i rischi che questo comporta? Oppure, devo rinunciare a vivere la mia sessualità? Con questo ragazzo, è una pura questione di sesso, è un ragazzo pulito, è quì in casa mia, lui tra un po' se ne andrà, e non ci saranno conseguenze. In questo periodo con Carlo, sono molto più paziente e comprensiva, il nostro rapporto è migliorato rispetto ai mesi scorsi. Sono molto più serena, e sto cogliendo l'attimo. Non faccio niente di male." Sua madre, aveva ascoltato con comprensione, poi abbracciandola:
"Sei l'unica figlia che ho, non posso che capirti! Però, mi raccomando, non fare sciocchezze. Ama tuo marito, e non lasciarti trasportare dai sentimenti."
"Ok mamma, tranquilla, ho la testa molto salda sul collo. Ora finiamo di preparare, ho una fame da lupo, delle tue lasagne potrei mangiarne una teglia intera, dammi un bacio, sei la miglior mamma del mondo." Avevo sentito tutto, questa rivelazione non mi aveva ferito. Ero cosciente delle mie capacita sessuali, diminuite negli ultimi anni. Per contro, mi sentivo molto più virile da quando vedevo mia moglie scopare con altri. Mi sentivo rinato sessualmente, ma il modo di fare sesso, era diverso da prima. La dichiarazione di mia moglie, sull'amore per me, infine mi faceva stare bene. Presi due bottiglie del miglior vino, e salii in casa. Quando fui in cucina, abbracciai mia moglie, ero allegro. Mia moglie andò a portare una teglia di lasagne ai ragazzi, e io le dissi di invitarli a mangiare il dolce con noi. Al momento dei pasticcini, con lo champagne che avevo prelevato in cantina, brindai alle ottime lasagne di mia suocera, e alla presenza gradevole e discreta di Giorgio e Andrea in casa nostra. Ero contento di averli con noi, anche se nessuno immaginava quello che io sapevo. Poi i ragazzi tornarono in camera loro, io trovai la scusa del digestivo al bar, e mi precipitai in cantina a sentire i loro discorsi. Mia moglie avava ripreso il discorso con sua madre, e mi sorpresi quando mia suocera, disse ridacchiando:
"Tra un po', chiedo a Carlo di riaccompagnarmi, così tu hai un po' di tempo da dedicare al tuo amichetto. Ma, toglimi una curiosità, l'altro ragazzo, non vede i movimenti del suo compagno con te?" Mia moglie, inventò una bugia:
"Nooo, siamo molto discreti e attenti, ci vediamo quando lui è all'università, oppure, Giorgio lo manda a fare qualche commissione, così noi abbiamo un po' di tempo per noi."
Durante il viaggio di ritorno, mia suocera, si sentì in dovere di dirmi:
"Carlo, sai cosa mi ha detto tua moglie? Che ti ama molto più di se stessa. Siete una coppia formidabile. Mi raccomando, sii molto comprensivo con lei, amala come lei ama te."
"Tranquilla mamma Agnese, nessuno può amarla, comprenderla e rispettarla più di me."
Al rientro, andai in cantina a vedere la registrazione di mia moglie con i ragazzi durante la mia assenza. Dopo che ero partito con mia suocera, lei era andata in camera loro, e sfacciatamente aveva detto:
Vado a fare una pennichella, chi mi fa compagnia?
Ovviamente, tutti due dissero io io, si diressero in camera nostra, lei si mise in mezzo e fece sdraiare i ragazzi dai lati. Vedere mia moglie fare sesso di gruppo, baciarli entrambi, prendere i loro cazzi in bocca contemporaneamente, mi eccitò, mi masturbai per tutto il tempo della registrazione e venni copiosamente. Fine settimo episodio. Continua.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 18): 5.89 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10