STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
una bella segaAncora mia moglie, amabilmente troia.il vibro.MARILENAIo mia moglie e la sua amica.Facebook, sempre lui!Dimenticaciò provato in treno...da davide
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Monica la troia
Io e Monica ci siamo conosciuti in treno, per andare all'università. Fin dal primo momento, lei mi ha arrapato di brutto. Alta 1 metro e 80, capelli castani lunghi, fisico perfetto, faccia da vera zoccola e...una sesta di reggiseno. Così, una sera d'inverno, arrivati in stazione che era già buio, le proposi di accompagnarla a casa, vista la brutta gente che c'è in giro...Sotto casa sua, invece di salutarmi, mi invitò a salire per prendere un aperitivo: i suoi erano fuori casa per una settimana bianca...Era un momento che aspettavo da mesi! Appena entrati, non mi diede nemmeno il tempo di togliere il giubbotto: mi inchiodò al muro baciandomi sulla bocca. "Mi ecciti dal primo giorno che ti ho conosciuto!", mi disse toccandomi il cazzo già duro come il cemento. Senza risponderle, continuai a limonarla palpandole quelle 2 pere colossali. "Sai, anch'io avrei voluto scoparti dal primo momento?!", le dissi. Così, senza aspettare oltre, la spinsi sul divano e le infilai la mano sotto la gonna...aveva le mutandine fradice! Gliele sfilai e iniziai a farle un ditalino, prima con un dito, poi, piano piano, infilai tutta la mano dentro la sua passera bagnata. Mentre godeva come una troia si tolse maglietta e reggiseno, consentendomi di succhiarle i capezzoli duri e rigidi per l'eccitazione. Poi mi fermò, ci spogliammo l'un l'altra e, una volta nudi, mi appoggiò la figa bagnata in faccia e si mise a farmi un pompino. Io la leccavo come un cane, facendomi inondare la bocca dai suoi umori. Lei continuava a succhiarmi il cazzo, fino a portarmi all'orgasmo. Le sborrai in bocca e lei la ingoiò tutta. Che puttana! "Adesso scopami!", mi disse. "Non posso, ti sono già venuto in bocca!". "Scopami, stronzo!". Allora presi la bottiglia di spumante dell'aperitivo, la agitai e, dopo averla stappata, gliela infilai tutta nella fica. Godeva come una cagna in calore, mentre lo spumante le fuoriusciva dalla passera sfondata e io lo bevevo, unito ai suoi umori. Finalmente il mio cazzo tornò in tiro. La troiona se ne accorse subito, mi saltò sopra e iniziò a montarmi come se fosse in sella a un cavallo...Si fermò di colpo ansimando, sfilò il mio cazzo dalla passera e iniziò a masturbarsela, mentre le strizzavo le pere succhiandole i capezzoli. "Sto venendo! Appoggiami la bocca alla fica!", mi ordinò prendendomi la testa tra le mani e portandola contro le sue grandi labbra gonfie per l'eccitazione. Io, da buon servitore, obbedii. Appoggiai la bocca alla sua passerona e iniziai a leccarla anche dentro, fino a trovare il clitoride, bello duro. A quel punto, Monica iniziò a contrarsi tutta ed esplose in un orgasmo colossale, inondandomi la bocca coi suoi umori. Aspettai che finisse di venire senza ingoiare il suo liquido. Quando finì, mi avvicinai alla sua bocca e, limonandola, le buttai in bocca tutti i suoi umori. Urlava come una pazza! Continuammo a scoparci tutta la sera, fino alla mattina dopo, dimenticandoci che i nostri rispettivi fidanzati ci stavano aspettando. Quando finimmo la casa era impresentabile, tutta lurida dei suoi umori, di spumante, e sborra. Non ho mai goduto tanto in vita mia! Che troia colossale!

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 69): 6.65 Commenti (11)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10