STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Mio cognatoio,il mio ragazzo e i suoi amiciLa nostra prima esperienza di scambio.FINE SETTIMANA A COPPIE INVERTITEBiblioteca Erotica.La collegaLA DONNA DEL MISTEROHo scopato con il ragazzo di mia cuginain pullman
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

moglie benefattrice secondo episodio
"Carlo... stai dormendo? Ripetè sussurrando mia moglie. Feci finta di destarmi e chiesi:
"Che c'è? Qualche problema?"
Lei titubante:
"No.... volevo confidarti una cosa.... ma non vorrei che tu la prendessi male..."
Sapevo quello che mi voleva dire; dal corridoio avevo assistito ai loro discorsi. Apprezzavo però il fatto che mia moglie venisse a confessarmelo. Avrei avuto conferma inoltre, sulla sincerità di mia moglie. Facendo lo gnorri, la incoraggiai:
"Cosa dovrei prendere male? Mica sono un animale no? Dai, sfogati con me visto che mi hai svegliato..."
E lei, visto il mio sorriso ironico, si sbilanciò:
"Sai, mi sa che Marchino ci sta provando con me.... Ora ti racconto: poco fa, sono entrata in camera sua per portargli qualcosa da bere,ed ero in costume. A parte il fatto che aveva l'uccello duro che si vedeva oscenamente dallo slip, mi sono seduta sul suo letto per fare quattro chiacchiere. Lui a quel punto, mi ha messo una mano sulla gamba. Poi ha cominciato a commiserarsi per il fatto che non si sente un ragazzo normale..... non ha neanche una donna con cui fare sesso..... ecc ecc. Io l'ho incoraggiato a non abbattersi, ad aspettare qualche mese per la guarigione con pazienza, ma lui niente. A quel punto, mi ha chiesto se io come donna sarei andata a letto con lui in quelle condizioni. Ti rendi conto? Non sapevo cosa rispondere. Gli ho detto che se non fossi stata una donna sposata, non avrei avuto problemi con un bel ragazzo come lui. Però il furbacchione, mi ha detto che quella era una scusa per rifiutarlo. A quel punto ho fatto per alzarmi.... lui mi ha preso una mano e se la è messa sull'uccello..... era di marmo.... ho riso e gli ho dato un bacino, lui mi ha messo la lingua in bocca. Ho rimandato il discorso a domani..... però.... dimmi cosa devo fare."
Apprezzavo la sincerità di mia moglie. Ma.... sentendo quel racconto che di fatto conoscevo già, il mio cazzo era diventato duro. Le presi la mano e glielo feci sentire. Lei esclamò:
"Ehi... ma questa sera siete tutti due eccitati? Cosa avete mangiato di così afrodisiaco?"
Le misi una mano sulla coscia e cominciai ad accarezzarla dicendole:
"Sai, io Marco lo capisco. Chissà da quanto tempo non tocca una donna.... si trova con una donna eccitante come te in casa....come può non eccitarsi? Io al posto tuo lo lascerei fare. In fondo non ti toglie niente..... lascialo toccare, almeno ha una fantasia per potersi sfogare con qualche sega. Poi..... se per opera di bene....." Lasciai cadere il discorso. Lei incalzò:
"Per opera di bene????"
Ripresi sorridendo e andando con la mano a toccarle la figa:
"Beh se per opera di bene, qualche sega vuoi fargliela tu..... io non avrei niente da ridire....visto che te l'ho sempre detto che mi piacerebbe che ti facessi un altro uomo... mi ecciterei moltissimo..... e anche lui.... ne accontenteresti due, pensa che eccitante.... mmmmhh... mi sa che anche tu sei eccitata al pensiero..... ti sento bagnata.... ti piaceva il cazzo duro di Marco? Dai.... domani fallo godere.... poi vieni da me e fai godere anche me...."
Scivolai dentro di lei continuando a parlare:
"Pensa se avessi il cazzo duro di lui dentro di te in questo momento..... mentre io ti guarderei di nascosto..... ti piacerebbe......?"
Ebbe un orgasmo di quelli che non avevo mai visto, emise un gemito:
"Sssssiiiiiiiii...... come godoooo..... vengoooo....."
A quel punto scesi da sopra di lei. Continuavo ad accarezzarla, ma io volevo trattenermi ancora. Lei prese in mano il mio cazzo e iniziò un lento massaggio dicendo:
"Ti piace davvero l'idea di diventare un cornuto? Ti piacerebbe davvero guardarmi di nascosto mentre mi faccio montare da un cazzo giovane.....?"
A quelle parole sborrai. Fu on orgasmo di quelli che non avevo mai provato.
Il giorno dopo, mia moglie e Marco, scesero in spiaggia alle otto. Io rimasi a casa, ma nella mattinata feci un utile lavoro. Con il trapano, praticai un foro sul muro divisorio tra la camera nostra e quella dove dormiva Marco. Il buco nel muro, era stato praticato dietro ad un quadro raffigurante una scena di caccia, appeso nella camera dell'ospite. Poi, sulla tela del quadro, avevo praticato un foro in un punto che mi permettesse di guardare nella camera senza essere visto. Infine, nella nostra camera, avevo appeso un quadretto che serviva solamente a occultare il buco del trapano. Era rimasta una operazione che non avevo comunicato neanche a mia moglie. Al loro arrivo, Marco era andato a farsi una doccia, e mia moglie, ne aveva approfittato per mettermi al corrente dei maneggi del ragazzo. All'arrivo in spiaggia, lui si era offerto di passarle l'olio solare, massaggiandola e palpandola lungamente, soffermandosi in particolare sulle tette e arrivando a lambirle la figa. Lei, mi aveva confessato che lo aveva lasciato fare, perchè pensava che in fondo, io le avevo dato il benestare la sera prima, e poi, quelle mani giovani, la eccitavano. Durante il bagno in mare poi, lui le si era messo dietro di lei, e le aveva baciato il collo e le aveva fatto sentire il cazzo duro sul suo sedere. Il mio cazzo, con quei discorsi, era diventato duro, lei me lo aveva palpato, si era messa a ridere, ma l'arrivo del ragazzo in cucina, ci bloccò. Il pomeriggio, loro ritornarono in spiaggia da soli, io misi a punto la mia zona di osservazione, pensando che nel giro di una settimana, forse avrei potuto convincere mia moglie a farsi scopare e quindi dovevo trovarmi pronto per l'evenienza. Al loro arrivo dalla spiaggia, li vidi particolarmente euforici. Marco si avviò alla doccia, e mia moglie venne in camera a raccontarmi le ultime novità:
"Vuoi sapere oggi cosa ha fatto quel porco? Mentre mi stavo cambiando in cabina, è entrato quando ero nuda, mi ha abbracciata e mi ha baciata. E non solo, ma mi ha anche messo un dito in figa...."
Io, anzichè arrabbiarmi cone lei si stava aspettando, mi stavo eccitando. Le chiesi:
"E tu, come hai reagito? Ti sei eccitata? Dai dimmi la verità...... io si, senti qua..."
Lei non ne fu sorpresa, mi baciò, poi mi disse:
"Si..... però, ho paura delle conseguenze, ho paura che lo vengano a sapere i suoi.... allora mi sono staccata da lui, e l'ho fatto uscire minacciando di dirlo a te. Poi mi ha chiesto scusa. Però, quando siamo andati a fare il bagno, ci ha riprovato, Ha di nuovo tentato di baciarmi, e sott'acqua.... si è tirato giù il costume e mi ha messo l'uccello duro nella mano..... mi ha detto che non resisteva più.... ma anche io ero eccitata.... infine per evitare che qualcuno ci vedesse, l'ho fermato e gli ho detto che di questo problema ne avremmo discusso a casa quando tu saresti andato a letto. Quindi questa sera affronto l'argomento. Cosa devo fare secondo te?"
Ero ecitatissimo, le misi la sua mano sul mio cazzo duro e le dissi:
"Secondo me.... come minimo dovresti farle una sega.... oppure un pompino.... e se ti eccita, dovresti scopartelo in camera sua mentre io resto quì e ti aspetto.... Poverino, chissà quanta voglia arretrata....Dai, accontentalo.... poi vieni ad accontentare anche me, e noi in due accontenteremo te.... sai che mi piacerebbe vederti scopare con un altro...."
La baciai, lei si staccò e disse:
"Ok, me lo hai detto tu.... se sei contento di diventare cornuto.... ti accontento. Ma mi fermerò alla masturbazione..... giusto per farlo sfogare. Però, tu mi vieni a guardare dal buco della serratura!"
Eravamo tutti due eccitatissimi; comunque, non dissi niente del foro nel muro. Avevamo cenato allegramente come sempre tutti tre in costume. Dopo cena, mi ritirai in camera mia con la scusa della tv. Lasciai la porta socchiusa per sentire i loro discorsi in cucina. Mia moglie non era ancora convinta del passo, e diceva:
"Vedi Marchino, io potrei essere tua madre, capisco la tua esuberanza sessuale, i tuoi bisogni, però prova ad immaginare cosa potrebbe dire tua madre se lo venisse a sapere. Prova ad immaginare se mio marito dovesse scoprirlo!"
Lui la prendeva dal lato della pietà:
"Ho capito, Marina, ti faccio schifo perchè sono un invalido.... non importa, domani prendo il treno e torno a Milano."
Andò in camera sua e lei lo seguì. Lui si sdraiò sul suo letto imbronciato, e lei si sedette accanto per consolarlo. Io dal mio buco seguivo la scena comodamente, ma pensavo che forse non sarebbe più servito se Marco l'indomani fosse andato a casa. Mia moglie lo abbracciò:
"Dai, Marco, non prenderla così...."
Lui, la stringeva e le accarezzava la schiena, poi le baciava il collo, le orecchie, infine la baciò sulla bocca. Fu un lungo bacio, e mia moglie non si ritrasse, anzi.... Lui cominciò ad accarezzarle i seni, le cosce, poi le infilò la mano dentro gli slip e iniziò a masturbarla. Lei a sua volta le fece uscire il cazzo duro, e iniziò un lento massaggio. Lui si liberò del costume, le slacciò il reggiseno e lei di sua iniziativa si liberò del suo mini slip. Ora erano nudi che si limonavano e si masturbavano. Mia moglie, si staccò e iniziò a spompinarlo. Lui era in estasi, io mentre guardavo mi stavo menando l'uccello. Mi aspettavo di vederlo sborrare subito, ma lui dimostrava un notevole controllo. Dolcemente la portò a salire sopra di lui, e lei si infilò sul suo cazzo e cominciò una lunga cavalcata. Ero eccitatissimo, ma non volevo sborrare, volevo conservarmi per una scopata. Ora mia moglie era sotto di lui a cosce spalancate, e dimostrava un completo trasporto. Lo baciava e lo abbracciava, lui, nonostante la gamba infortunata, sembrava un montone infoiato. L'atto, durò più di mezz'ora, ed infine rimasero a chiacchierare appagati. Lei gli raccomandò la discrezione, e lui gliela giurò. Poi lei, si alzò, si congedò da lui, passò in bagno e venne in camera chiedendo:
"Visto tutto? Peccato che dalla serratura non potevi vedere bene. Comunque adesso ti spiego io; fammi sentire il tuo cazzo, facciamogli un massaggino..... mmmhh ma ce l'hai duro.... vuol dire che ti piace fare il guardone.... io dovevo solo fargli una sega, ma poi ero eccitata come lui..... allora ho seguito il consiglio di un marito cornuto, gli ho fatto anche un pompino e una scopata..... mi è piaciuto..... sapere che un guardone si segava guardndo....Mi è piaciuto farmi sborrare in figa, adesso vieni anche tu" Non resistetti oltre, le sborrai in mano, e sborrai più del solito. Lei rise:
"Ehi, stai diventando un eiaculatore precoce, meno male che ho trovato qualcuno che in caso di bisogno mi accontenta con il cazzo durissimo..... molto più del tuo..... che dici, lo faremo scopare un'altra volta prima di portarlo a casa? Magari la prossima volta ti lascio la porta socchiusa per farti vedere meglio."
La guardai ridendo e dissi:
"Togli quel quadretto, e guarda dietro."
Rimase sorpresa e prese ad insultarmi sottovoce:
"Brutto cornuto coglione guardone segaiolo che gode a guardare sua moglie alla monta!!!!!!
Ti piace fare il cornuto??? Ti aiuterò tutte le volte che lo vorrai."
Venne sul letto, si mise a cavalcioni della mia bocca e prese a strofinarsi la figa su di me. Ebbe un orgasmo intenso, e non seppi capire sa erano liquidi suoi o se era la sborra di chi l'aveva scopata prima di me.
Le vacanze, proseguirono tra intense scopate per mia moglie e Marco, e numerose seghe per me.
Al rientro, Marco era notevolmente migliorato, e aveva potuto posare definitivamente le stampelle. Era completamente guarito anche dalla depressione, e quando telefonava ai suoi, diceva che era tutto merito di Marina ,la sua benefattrice. Dopo qualche mese, era venuto a trovarci a casa nostra con la sua auto da solo. Mia moglie aveva voluto che si fermasse per la notte, e lui aveva subito accettato. Anzi, era stato così bene, che da quella volta spesso ci telefona e viene a passare il week-end da noi. Mentre la notte io faccio finta di dormire, mia moglie sta con lui e spesso ci passa l'intera nottata. Non so se può essere il motivo, ma da quando sono cornuto, la mia attività sessuale, è notevolmente migliorata e molto aumentata. Anche per mia moglie. E anche quella di Marco.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 30): 6.83 Commenti (5)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10